Vai ai contenuti

Le Cure di Lina: Centro Estetico - Massaggi

I Consigli di Lina

Le ultime novità dal mondo dell'estetica.

Uno spazio interattivo dove chiacchierare insieme di bellezza,
salute e benessere.

Idratazione della pelle e del corpo: l’acqua

26 luglio 2018

Acqua: due atomi di idrogeno, uno di ossigeno; una formula che ci viene insegnata fin dalle scuole elementari.

L’acqua rientra in tutti i processi fisiologici del nostro organismo e dopo l’ossigeno è considerata il secondo elemento più importante ed indispensabile per vivere.

L’acqua è un elisir di vita: rinfresca, disseta, idrata, ci dà refrigerio in estate, favorisce l’eliminazione delle scorie, diluisce il sangue e dà al nostro organismo la quantità di liquidi di cui ha bisogno.

Bere un adeguato quantitativo di acqua nel corso della giornata è di grande importanza per mantenere lo stato di salute generale. Dal corretto quantitativo d’acqua dipende il funzionamento dell’organismo e, soprattutto, l’eliminazione delle tossine dagli organi vitali nonché il trasporto dei nutrienti verso le cellule.

Bere acqua in quantità adeguate vuol dire garantire salute al nostro corpo.

Con le temperature che si raggiungono nel periodo estivo, diventa ancora più importante assumere la giusta quantità di liquidi per mantenere idratato l’organismo.

Quando avvertiamo lo stimolo della sete siamo già disidratati: basti pensare che con una disidratazione del 2% l’organismo non è più in grado di regolare la sua temperatura corporea.

Un corpo sano è un corpo idratato, in qualsiasi stagione. Se ci troviamo in ufficio, in viaggio o impegnati in una attività sportiva, una leggera disidratazione può influenzare la nostra performance sia mentale che fisica.

È possibile riconoscere i primi segni di disidratazione facilmente, ad esempio la mancanza d’energia, la perdita di concentrazione e persino gli sbalzi d’umore. Altri sintomi possono svilupparsi più tardi, come l’irritabilità, la debolezza muscolare e la sgradevole sensazione di avere la bocca secca ed asciutta.

È vero che durante il periodo estivo il corpo tende ad avere una sudorazione maggiore, soprattutto a causa del caldo e dell’afa, ma è importante non dimenticarsi che il nostro organismo perde acqua ogni giorno, a partire dai gesti più semplici: quando si respira, quando si dorme e in molte altre attività naturali.

Il consiglio è quello di fare una “riserva” d’acqua al mattino, prima di uscire di casa, un accorgimento che può aiutare a prevenire disidratazione e piccoli disturbi legati al calore eccessivo.

L’importante è ricordarsi di bere prima di avvertire lo stimolo della sete, il quale subentra già in presenza di uno stato di disidratazione.

L’idratazione del corpo non è solo questione di sopravvivenza, è anche un fattore chiave per l’estetica e il benessere fisico. Prima di tutto, contrasta la ritenzione idrica: bere la giusta quantità di acqua tiene lontani edemi, gonfiori e inestetismi come la famigerata “buccia d’arancia”.

Quando bere e fare un po’ di sport non è sufficiente e le vostre gambe sono pesanti, potrebbe essere utile ricorrere ad un massaggio linfodrenante o ad un trattamento specifico.

Ma non è tutto, anche la pelle e i capelli traggono benefici diretti da un’abbondante idratazione del nostro corpo. I capelli infatti hanno bisogno di essere idratati sia dall’interno che dall’esterno. Le radici assorbono acqua dall’interno del nostro corpo e la trasportano direttamente al cuoio capelluto, idratandolo e rendendolo più sano.

Quanto alle rughe, scoprirete che l’ideale per avere una pelle sana e luminosa è mantenere l’idratazione cutanea con la giusta quantità di acqua.

Croce e delizia dell’età che avanza, le rughe, infatti, non dipendono tanto dall’attività facciale o dal livello di collagene, ma dall’idratazione della pelle. È proprio l’idratazione a giocare un ruolo importante nel loro sviluppo.

Se vogliamo una pelle fresca e tonica oltre a specifici trattamenti, la semplice accortezza di bere a sufficienza renderà la vostra pelle più sana, luminosa e giovane.

Vediamo insieme qualche piccolo trucco per aumentare il quantitativo di acqua quotidiano:

 

- Appena svegli

Prima di colazione bere un bicchiere d’acqua aiuta a reidratare il corpo dopo il riposo notturno: un accorgimento utile potrebbe essere quello di tenere il bicchiere sul comodino.

 

- La regola dell’Otto

Secondo gli esperti la quantità di acqua da bere durante la giornata è di 8 bicchieri, da ripartire nell’arco delle 24 ore. L’ideale sarebbe distribuirne 4 al mattino e altri 4 tra pomeriggio e sera.

 

- A portata di mano

Tenere l’acqua sempre a portata di mano … e di vista: avere sulla scrivania dell’ufficio una bottiglietta d’acqua, soprattutto se si svolge un lavoro sedentario, o una borraccia da portare sempre con sé, sono ottimi espedienti per mantenere una corretta idratazione durante la giornata.

 

- Durante i pasti

Durante i pasti principali o gli spuntini pomeridiani, bere sempre un paio di bicchieri di acqua: un consiglio utile per sentirsi anche più sazi e mangiare più lentamente.

 

- Ingannare la vista

Usare il bicchiere giusto: i bicchieri piccoli, bassi e larghi, pur contenendo molta acqua, sono in grado di ingannare la vista e quindi vi sembrerà di bere meno.

 

- Piccoli sorsi

Bere sempre a piccoli sorsi: bere tanta acqua tutta in una volta sola non è certamente il modo giusto di idratarsi, anzi può essere persino controproducente in quanto può affaticare i reni. La scelta migliore è di un sorso ogni quarto d’ora, utile anche per regolare i processi metabolici.

 

- Rendere l’acqua più gustosa

Rendere l’acqua più “gradevole” con piccoli espedienti: l’acqua frizzante o alcune gocce di limone sono ottime soluzioni per idratarsi in modo più piacevole e “sfizioso”.

 

- Trovare Alternative

Se proprio non si ha voglia di bere acqua semplice, un’alternativa valida possono essere gli infusi, le tisane o le bevande aromatizzate (ma attenzione ai troppi zuccheri).

 

- Bere durante lo sport

Non dimenticarsi di bere durante lo sport: durante uno sforzo fisico il corpo perde molta acqua. Il segreto per una corretta idratazione, è bere a piccoli sorsi e con regolarità, prima, durante e dopo l’attività fisica, cercando di evitare quelle bevande che apporterebbero troppi zuccheri inutili.

 

- Frutta e verdura

Mangiare tanta frutta e verdura: sono infatti alimenti ricchi di acqua e rappresentano un modo gradevole e alternativo di idratarsi durante la giornata. I frutti più ricchi di acqua sono le angurie e fragole, seguite da arance, uva, ciliegie, pomodori, spinaci e ravanelli.

 

Mangiare cibi freschi e bere almeno un paio di litri d’acqua al giorno, questa è la raccomandazione che sempre ci sentiamo dire per mantenerci in salute e garantire un benessere generale. Anche se, ricordate, la quantità di acqua può variare in base a numerosi fattori, come lo stato di salute, l’attività fisica svolta e il luogo in cui si vive.

Un bacio da Lina

Commenti

Lascia il tuo commento!